2 Dicono di Noi

Gazzetta di Mantova 2016

Da Castel Goffredo, Viadana e Bagnolo: tre mantovani tra le eccellenze

Successo per “Taste”, rassegna del gusto alla Stazione Leopolda

gazzetta mantova 2016 taste

FIRENZE. Da undici anni, in marzo, va in scena a Firenze una rassegna che chiama a raccolta le eccellenze del gusto. Organizzata da Pitti Immagine nella celeberrima Stazione Leopolda, “Taste”, ideata dal “Gastronauta” Davide Paolini, raccoglie ogni anno un numero sempre maggiore di espositori e, soprattutto, di visitatori. E, come spesso accade per le rassegne di successo, è nato anche un ricco programma “fuorimostra”, con appuntamenti gourmet. A “Taste” si trova di tutto, dai salumi ricercati ai formaggi di nicchia, dall’olio ai più svariati tipi di cioccolato, dolciumi invitanti e preparazioni di ogni tipo. Per chiari motivi di vicinanza, una buona percentuale di espositori arriva dalla Toscana, ma è rappresentata l’Italia intera. E l’edizione 2016 ha visto anche la presenza di tre produttori mantovani. Da Castel Goffredo è arrivata “Coccole”, ormai un habitué della rassegna con un assortimento pressoché sterminato di tè, caffè, infusi, tisane, sale, pepe e spezie. Si tratta di miscele accuratamente studiate e che riscontrano grande successo.[…]

Bar Business Horeca – Novembre 2013

Miscele sempre più varie al sapore d’Oriente

bb_cop_11_13psd

Il mondo delle classiche bevande calde punta all’eccellenza, con la proposta di miscele pregiate, salutari e provenienti dai paesi che valutano un’antica tradizione in materia. La ricetta funziona, tanto che nel 2012 il giro d’affari nel mercato italiano ha sfiorato i 250 milioni di euro.

…” Di fatto il settore di tè, infusi e tisane non è stato intaccato dalla crisi economica. Lo scorso anno il giro d’affari nel mercato italiano ha sfiorato i 250 milioni di euro, con il segmento delle tisane in pole position grazie ad un +11% rispetto al 2011.

tè in crescita_bb_10-13

 “Nello specifico, il complessivo trend di crescita è su due fronti – spiega Albino Ferri, titolare della Ferri dal 1905, azienda che si occupa della selezione di prodotti vegetali essiccati- :uno numerico, poichè il consumatore contemporaneo preferisce richiedere prodotti dal basso contenuto zuccherino e privi di alcol (soprattutto durante le ore serali), e uno qualitativo. Non a caso i locali che utilizzano da tempo tè o prodotti da infusione tendono a specializzarsi rendendosi conto che il comparto è in cuntinua espansione.”..

Redatto da BB horeca

Bar Business – Ottobre 2012

“Con AperiTè Ferri reinventa l’aperitivo”

aperitè_bb_10-12_2

Nei mesi scorsi la mantovana Ferri dal 1905 ha messo a punto una  nuova linea ad hoc per l’aperitivo, denominata AperiTè e composta da sei gusti, fra tè e infusi alla frutta, che consentono di proporre cocktail particolari e di sicuro impatto.

” I filtri che abbiamo predisposto per questa linea – spiega il titolare Albino Ferri – hanno una dimensione tale da permettere l’ottimale apertura delle foglie di tè, sono composti da materiali asettici, così come i tag descrittivi, e sono totalmente inodori, in modo da non modificare in alcun modo l’aroma dell’ aperitivo. L’estrazione è a freddo e avviene in pochi minuti, sfruttando la gradazione alcolica dei liquori che consigliamo in abbinamento alle diverse materie prime. Con l’ultimo passaggio, poi, si andrà a definire e completare con seltz e ghiaccio”.

bb_10_12

Qualche esempio: in InTèrludio, il classico gusto erbaceo del tè verde emerge in un’aromaticità discreta, impreziosita dalla menta piperita; in ApoTèosi il Blu Earl Grey si esprime con il gusto agrumato del bergamotto, addolcito dal fiordaliso; AlTèrnativa, invece con una nota di zenzero, si sposa al rum, aggiunto come liquore base. Ogni confezione di tè da cinque filtri riporta la ricetta che consentirà di preparare l’aperitivo in modo facile e veloce.

Oltre a queste miscele che prevedono l’utilizzo di un alcolico, l’azienda ha anche lanciato I Freddi di Coccole: tè freddi perfetti come aperitivo analcolico, che consentono l’estrazione aromatica del tè in modonaturale. Il filtro che lascia intravedere le foglie di tè e i pezzi di frutta che compongono le varie miscele decora poi il bicchiere.

Nei mesi scorsi la mantovana Ferri dal 1905 ha messo a punto una  nuova linea ad hoc per l’aperitivo, denominata AperiTè e composta da sei gusti, fra tè e infusi alla frutta, che consentono di proporre cocktail particolari e di sicuro impatto.

” I filtri che abbiamo predisposto per questa linea – spiega il titolare Albino Ferri – hanno una dimensione tale da permettere l’ottimale apertura delle foglie di tè, sono composti da materiali asettici, così come i tag descrittivi, e sono totalmente inodori, in modo da non modificare in alcun modo l’aroma dell’ aperitivo. L’estrazione è a freddo e avviene in pochi minuti, sfruttando la gradazione alcolica dei liquori che consigliamo in abbinamento alle diverse materie prime. Con l’ultimo passaggio, poi, si andrà a definire e completare con seltz e ghiaccio”.

Qualche esempio: in InTèrludio, il classico gusto erbaceo del tè verde emerge in un’aromaticità discreta, impreziosita dalla menta piperita; in ApoTèosi il Blu Earl Grey si esprime con il gusto agrumato del bergamotto, addolcito dal fiordaliso; AlTèrnativa, invece con una nota di zenzero, si sposa al rum, aggiunto come liquore base. Ogni confezione di tè da cinque filtri riporta la ricetta che consentirà di preparare l’aperitivo in modo facile e veloce.

Oltre a queste miscele che prevedono l’utilizzo di un alcolico, l’azienda ha anche lanciato I Freddi di Coccole: tè freddi perfetti come aperitivo analcolico, che consentono l’estrazione aromatica del tè in modonaturale. Il filtro che lascia intravedere le foglie di tè e i pezzi di frutta che compongono le varie miscele decora poi il bicchiere.

 

Ansa – Maggio 2012

Cibus: arriva cucina no perditempo ma amica ambiente

PARMA, –  No perditempo. Single, lavoratori fuoriorario, casalinghe che non vogliono finire tra le ‘disperate’, gourmet no stress, trovano al Cibus pane per i loro denti. Al 16/mo Salone internazionale dell’alimentazione l’innovazione ai fornelli la fa da padrone.

ansa_cibus_2012Sono addirittura confezionati in lino bianco i filtri-spezia che un’azienda storica di Castel Goffredo (Mantova), la Ferri, come ha annunciato il responsabile commerciale Riccardo Paterlini, propone. Sono infusioni vin brulé o fumé con prodotti vegetali essiccati che, utilizzati come una bustina di té, danno nuove fragranze ad un arrosto o una zuppa.

EnglishItaliano